Casa - Articoli - Dental Talk - L’implantologia post-estrattiva immediata

L’implantologia post-estrattiva immediata

Gli studi condotti sulle proprietà osteoinduttive delle superfici implantari in relazione all’osteointegrazione hanno oggigiorno permesso l’introduzione di tecniche che vedono abbreviare i tempi di guarigione dell’alveolo quando dopo un’avulsione dentaria è occupato da un impianto.

Quindi il razionale biologico di questa tecnica prevede l’inserimento di un impianto capace di indurre neoformazione ossea, preservando il sito e riducendo la naturale contrazione alveolare, risparmiando peraltro il collasso dei tessuti molli. Questo consente di definire l’implantologia post-estrattiva come un atto chirurgico che racchiude in un unico tempo l’estrazione dentaria e l’immediato inserimento dell’impianto dentale.
 
 
Ovviamente questo atto comporta vantaggi per il paziente, che vede accorciare i tempi per il ripristino funzionale ed estetico del proprio apparato stomatognatico in un numero ridotto di sedute. 
E infatti le principali indicazioni alla chirurgia post-estrattiva sono fondamentalmente due: l’alta valenza estetica, qualora i tessuti molli mantengano la loro integrità, e la diminuzione del numero delle sedute chirurgiche, quindi un maggior comfort per il paziente.
 
Valutazioni cliniche e indicazioni per una corretta chirurgia post-estrattiva
Anche per l’implantologia post-estrattiva, come per tutta l’implantologia, il primo requisito da soddisfare è rappresentato dalla stabilità primaria: di qui la scelta e la tecnica, di questo tipo di chirurgia.
 
Importanti valutazioni radiografiche sia intraorali che ortopantomografiche, meglio ancora se sono disponibili Tac-Dentalscan, sono utili per ottenere le informazioni sul rapporto tra alveolo e strutture contigue. Da queste indagini si possono ricavare valutazioni (posizione e morfologia della radice) circa la difficoltà dell’estrazione, che deve essere atraumatica, e circa le strutture nobili come il nervo mandibolare e il seno mascellare .
 
L’importanza di queste indagini risiede anche nello studio dell’alveolo perchè si deve disporre di 3-5 mm di osso oltre l’apice del dente, spazio necessario per preparare la stabilizzazione dell’apice implantare. Non meno importante è la valutazione spaziale con i denti contigui, soprattutto nei settori estetici: la testa dell’impianto deve essere collocata a 3 mm dalla giunzione amelo- cementizia dei denti contigui e a 1-3 mm apicalmente rispetto al margine della cresta ossea vestibolare (motore implantologia).
 
Infine, un’altra osservazione che deriva dalle indagini radiologiche è la presenza e l’entità delle lesioni parodontali, le quali possono interessare l’elemento dentario da sostituire e orientare verso una rigenerazione ossea ovvero possono rappresentare una controindicazione all’implantologia post-estrattiva. A questo proposito è bene eseguire sempre un’ispezione orale, avvalendosi anche di sonde parodontali per ottenere un quadro generale dello stato di salute parodontale del dente.
 
L’ispezione, in assenza di patologie, deve mirare a definire il biotipo gengivale, la posizione della linea muco-gengivale, la festonatura dei denti contigui e il rapporto tra colletto del dente con il margine libero gengivale.
Riassumendo, la collocazione implantare immediata dovrebbe essere limitata a quei difetti che presentano tre o quattro pareti alveolari sufficienti a stabilizzare l’impianto e difetti circonferenziali minimi, ricordando a tal proposito che solo quando i gap tra alveolo e impianto superano 1,5 mm necessitano di una contestuale rigenerazione ossea. Alla pari dell’osso, anche i tessuti molli devono essere privi di alterazioni morfologiche (recessioni, perdita delle papille) e/o infettive (strumenti dentista).
No comment
Scrivi una recensione
* Stelle di valutazione:
    Si prega di selezionare stelle di valutazione.
* La tua E-Mail:
* recensione dettagliata:
Raccontaci la tua valutazione del prodotto, condividere la tua esperienza. Assicurati di esprimere i Suoi opinioni solo su questo prodotto. Tutti i commenti saranno riesaminate entro due giorni lavorativi, la distorsione e commenti maligni vengono bloccati.
Assistenza post-vendita: Si prega di contattare il nostro servizio clienti (nostro rappresentante clienti vi contatterà al più presto).
Se si desidera modificare e gestire i tuoi commenti, effettua il login.